HOME LOGIN CERCA
COSA FACCIAMO
Inaugurazione mezzi di protezione civile
Piazza De Ferrari - Genova, 3 dicembre 2016
ANPAS LIGURIA INAUGURA DUE NUOVI MEZZI PER GLI INTERVENTI DI PROTEZIONE CIVILE
Un pulmino per il trasporto di persone e un veicolo polisoccorso per le emergenze idrogeologiche conferiscono maggiore efficacia al lavoro umano nei futuri interventi di Protezione Civile sul territorio.



Genova, 3 dicembre 2016 – E’ avvenuta oggi alle 13 a Genova la cerimonia di inaugurazione di due nuovi mezzi in dotazione ad Anpas Liguria per gli interventi di Protezione Civile. In un’affollata Piazza de Ferrari hanno presenziato volontari del Movimento, volontari di Protezione Civile, i rappresentanti delle Istituzioni, i sostenitori, i rappresentanti di Curia e tanti cittadini.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

La cerimonia è stata aperta da Lorenzo Risso, Presidente di Anpas Liguria, che ha dichiarato “quanto sia importante disporre di strumenti e di veicoli adeguati a supporto dell’uomo per gli interventi in emergenza a cui dobbiamo far fronte senza alcun preavviso. La tecnologia ci accorre in aiuto e poter integrare questi nuovi mezzi in Anpas Liguria è motivo di grande soddisfazione, certi che ne faremo certamente buon uso”.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

I mezzi cui si fa riferimento sono due il primo è un pulmino Renault Trafic della capacità di trasporto di 9 persone, utilizzato per raggiungere i luoghi di assistenza – per esempio attualmente zone del Centro Italia colpite dal terremoto dove ANPAS ha allestito i campi – oppure per situazioni di emergenza come i casi di evacuazione di persone da luoghi a rischio. Il mezzo è dotato dei sistemi supplementari di allarme (lampeggiante blu e sirena) e di impianto microfonico per diffondere messaggi vocali ad ampio raggio. Il costo del Renault è di 27 mila euro ed è stato acquistato da Anpas Liguria in modo autonomo grazie ai proventi raccolti nel tempo, in particolare dall’autotassazione interna al Movimento.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

Il secondo mezzo è un veicolo utilizzato nelle emergenze idrogeologiche – alluvioni, allagamenti – di importanza rilevante.
Modello Mercedes Sprinter 419 4x4 ruote motrici, il veicolo possiede un allestimento idrogeologico, polisoccorso e antincendio. Ecco alcune caratteristiche :
  • Elettropompe di aspirazione acqua di diversa portata adatte per interventi sia in luoghi interni (locali, cantine…) sia esterni.
  • Serbatoio d’acqua con motopompa ad alta pressione per la rimozione dei detriti (per esempio sgombero di strade).
  • Generatore e colonna faro per illuminare ad ampio raggio l’area di intervento (potenza 2000 watt).
  • Attrezzature quali materiali di scasso per medio e piccolo intervento e salvataggio, attrezzature da taglio e antincendio.
Anche questo mezzo, il cui costo ammonta a 127 mila Euro, è stato acquistato da Anpas Liguria con un importante contributo di Fondazione Prosolidar (www.fondazioneprosolidar.org), che ha portato la propria voce alla cerimonia  attraverso il Presidente Avvocato Giancarlo Durante: “La Fondazione Prosolidar è orgogliosa di consegnare ai coraggiosi ed instancabili uomini della Protezione Civile ligure uno strumento di lavoro che potrà dare maggiore tranquillità a loro ed alla cittadinanza. Non sembri un paradosso, ma il nostro augurio è che questo bellissimo mezzo attrezzato possa restare quanto più possibile in garage, perché vorrà dire che non si presentano occasioni che ne rendono necessario l’utilizzo”.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

Grande soddisfazione è emersa da Patrik Balza – Responsabile di protezione civile per Anpas Liguria – che in merito all’acquisizione dei mezzi ha pubblicamente dichiarato:  “Questi mezzi sono due tasselli di un percorso di potenziamento della colonna mobile di protezione civile di Anpas Liguria, percorso che si svilupperà ulteriormente nei prossimi anni con altri progetti specifici. Sono mezzi che si vanno ad aggiungere a tutte le dotazioni in capo alle singole pubbliche assistenze e a coadiuvare l'azione dei nostri volontari che hanno sempre dimostrato una pronta e ampia disponibilità in caso calamità, non ultima quella del terremoto in centro Italia. E' a loro che va il nostro grazie: i mezzi, senza nessuno che sappia utilizzarli in maniera adeguata, da soli non bastano.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

Dal mese di giugno dell’anno corrente Anpas Liguria è entrata a far parte delle associazioni di volontari di protezione civile del Comune di Genova; la stipula della convenzione ha ufficializzato l’intervento nelle emergenze di competenza di tale settore, aumentando di fatto le potenzialità di intervento sul territorio. L’Assessore alla protezione Civile del Comune di Genova Gianni Crivello ha dichiarato ai presenti: “La collaborazione dei volontari di Protezione civile è un fattore decisivo non soltanto nella gestione delle fasi di emergenza ma anche nella promozione di una cultura della prevenzione e mitigazione del rischio che fortunatamente sta facendo enormi passi in avanti tra la popolazione. Compito del Comune è da una parte quello di intervenire in prima persona e dall’altra di coordinare i soggetti in campo affinché l’azione sinergica di tutti riesca a raggiungere risultati efficaci”.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

Il messaggio dell’Assessore Crivello ha trovato conferma nell’intervento di Fabrizio Pregliasco, Presidente Anpas Nazionale: “Si allarga l’operatività della protezione civile di Anpas su sempre più territori e situazioni che necessitano di dotazioni tecniche capaci di rispondere in modo efficace su emergenze, come quello delle alluvioni in zone a rischio idrogeologico. In questo modo anche in Liguria avremo un miglioramento delle capacità di reazione sulle emergenze con attrezzature adeguate e volontari formati capaci di utilizzare strumentazioni sempre più all'avanguardia".
Pregliasco non ha mancato di ricordare anche l’impegno del Movimento come unica e grande “rete” in tutte le regioni d’Italia e in tutti i contesti di emergenza e di necessità.

Inaugurazione mezzi Protezione Civile

I mezzi sono stati benedetti da Don Massimiliano Moretti, Parroco della Chiesa di Santa Zita.